Le avventure del Sig. Rossi. Bonus 200 euro. Come funziona e a chi spetta?

La notizia dell’erogazione di 200 euro è vera! E fin qui tutto bene. Tuttavia, come in ogni bonus o agevolazione, ci sono delle condizioni e dei requisiti da rispettare. Vediamoli sinteticamente.

Innanzitutto c’è da dire che il bonus è assegnato ai lavoratori (dipendenti e autonomi) e pensionati con redditi non elevati. Per redditi non elevati s’intende un importo non superiore a 35.000 euro annui lordi.

L’importo, inoltre, sarà uguale per tutti. Quindi, non cambia in base al reddito percepito.

Ma come arriveranno questi soldi nelle tasche degli italiani? Molto semplice, il bonus arriverà a giugno-luglio direttamente nella busta paga dei dipendenti. Quindi, viene avanzato dai datori di lavoro che poi recupereranno l’importo al primo pagamento fiscale.

E per gli autonomi? Come si fa? Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, sarà a breve istituto un fondo ad hoc per la misura di sostegno in oggetto – a cui detta categoria potrà fare riferimento. Detto fondo sarà previsto in maniera non dissimile dai contributi straordinari introdotti nell’ambito dell’emergenza pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.